Eccipienti nel farmaco equivalente: aspetti normativi

Eccipienti nel farmaco equivalente: aspetti normativi

Equivalenti , Pillole , Eccipienti | 09/10/2020

Gli eccipienti sono componenti inattivi del medicinale, privi di azione farmacologica

Le principali funzioni degli eccipienti sono:(1)

  • proteggere il principio attivo dagli agenti esterni che potrebbero danneggiarlo (caldo, freddo, umidità o altre sostanze chimiche)
  • aumentare il volume del composto, per consentire la preparazione di compresse o di qualsiasi altra forma farmaceutica di dimensioni accettabili
  • rendere stabili soluzioni o sospensioni, evitando la sedimentazione del principio attivo sul fondo dei contenitori
  • facilitare l’assorbimento del principio attivo nell’organismo
  • rendere il sapore dei medicinali più gradevole

 

A titolo di esempio, sono riportate qui di seguito alcune delle classi di eccipienti più utilizzate per l’allestimento delle compresse.(2)

  • Inerti o riempitivi: aumentano il volume delle compresse
  • Glidanti e lubrificanti: migliorano la lavorabilità dei preparati e facilitano l’espulsione delle compresse, dopo la loro formatura
Per continuare a leggere, accedi TevaLab, il portale riservato a farmacisti e medici.
Se non sei ancora iscritto, effettua la registrazione, attendi la validazione e accedi a contenuti e servizi pensati per la tua professione.

Tag

Ultimi articoli