FAQ sui farmaci equivalenti

FAQ sui farmaci equivalenti

Equivalenti , Pillole | 15/09/2020

1. Quando sono nati i farmaci equivalenti?

La nozione di “medicinale generico” è stata introdotta nel 1995 dall’art. 3, comma 130, della Legge n. 549 del 28 dicembre 1995. Con Legge n.149 del luglio 2005, art.1-bis, la denominazione di "medicinale generico"è stata sostituita con quella di "medicinale equivalente".

2. In cosa sono uguali i farmaci originator e gli equivalenti?

Rispetto al medicinale “di riferimento” – meglio detto “originator” –, l’equivalente ha la stessa composizione quali-quantitativa in principi attivi.

3. In cosa sono differenti i farmaci originator e gli equivalenti?

Fatto salva la presenza del medesimo principio attivo, possono essere usati eccipienti diversi, che garantiscono comunque un’azione terapeutica equivalente nell’organismo. Cambia inoltre il nome, che nell’originator è di fantasia, mentre nell'equivalente, nella maggior parte dei casi, è costituito dalla denominazione comune internazionale del principio attivo seguita dal nome del titolare dell'Autorizzazione all'Immissione in Commercio.

Per continuare a leggere, accedi TevaLab, il portale riservato a farmacisti e medici.
Se non sei ancora iscritto, effettua la registrazione, attendi la validazione e accedi a contenuti e servizi pensati per la tua professione.

Tag

Ultimi articoli